Comunicato del Sindaco del 1 maggio 2022

...

02/05/2022

                                                   IL SINDACO
                                                    INFORMA

che i dati raccolti tramite il portale di ATS Insubria indicano che, a Ronago, ci sono attualmente 12 persone positive al COVID mentre 496 sono le persone guarite e 3 le persone decedute dall’inizio della pandemia.

Per non vanificare i sacrifici fatti, a due anni dal primo caso accertato a Codogno, dobbiamo continuare a porre la massima attenzione perché la nostra vita è sempre affiancata da questo compagno di viaggio imprevisto e non voluto. Anche nel nostro paese i numeri dicono che la pandemia ha ripreso la sua corsa e, proprio per questo, dobbiamo continuare a mantenere un comportamento responsabile rispettando le misure di prevenzione previste per impedire un ulteriore diffondersi del virus, a partire dal rispetto delle misure igienico-sanitarie.

Il vaccino, che siamo tutti invitati a fare, certamente sta aiutando nel far intravedere una attenuazione dei sacrifici che tutti stiamo facendo. Alla data odierna, risulta che 1309 (79,7 % della popolazione) cittadini di Ronago sono già stati vaccinati con la seconda dose e 1043 hanno già avuto la dose addizionale “booster”. In provincia di Como già il 83,8 % della popolazione si è vaccinato con la seconda dose. Ripeto l’invito a vaccinarsi: è un modo certo per mostrarsi responsabili non solo verso se stessi ma soprattutto verso chi ci sta accanto.

Ricordo ed invito tutti i cittadini che risultassero positivi o soggetti a quarantena di comunicarlo al COC (Centro Operativo Comunale) istituito presso il Comando di Polizia Locale dell’Unione dei Comuni Lombarda Terre di Frontiera chiamando il numero 031.803145 o scrivendo una mail a: protezionecivile@terredifrontiera.co.it. In questo modo saremo in grado di intervenire nel più breve tempo possibile a sostegno di quei nuclei famigliari che possono trovarsi in difficoltà nella gestione delle necessità quortidiane. 

Da oggi 1 maggio 2022 entrano in vigore le nuove norme di utilizzo di green pass, mascherine e vaccinazioni alla luce dei nuovi provvedimenti emanati dal Governo. 

GREEN PASS

 Non sarà più necessario salvo che per le visite in ospedale e nelle Case Anziani. Non sarà più necessario quindi esibirlo per frequentare palestre e piscine al chiuso o partecipare a feste e cerimonie, convegni e congressi, per andare in discoteche, cinema e teatri, spettacoli all’aperto. Decade anche per accedere a bar e ristoranti al chiuso e per accedere ai posti di lavoro e ancora per salire sui mezzi di trasposrto anche a lunga percorrenza. 

MASCHERINE  

Non più obbligatoria (ma consigliata) nei luoghi di lavoro pubblici e privati (i datori di lavoro possono renderla obbligatoria) es clusi quelli in ambito sanitario e in ospedale. 

Non più obbligatoria (ma consigliata) nei negozi, supermercati, stadi e spettacoli all’aperto.  

Mascherina FFP2 obbligatoria fino al 15 giugno sui mezzi di trasporto sia locali che di lunga percorrenza: negli spettacoli aperti al pubblico al chiuso come cinema, teatri e locali con musica dal vivo; negli eveti e competizioni sposrtive al chiuso; negli ospedali, strutture sanitarie e RSA anche per i visitatori. 

 Per la scuola mascherina obbligatoria fino alla fine dell’anno scolastico dai 6 anni in su. 

VACCINAZIONE  

Permane l’obbligo fino al 15 giugno per tutti gli over 50

Permane l’obbligo fino al 15 giugno per il personale scolastico, gli insegnanti e le forze dell’ordine

Permane fino al 31 dicembre per medici, infermieri e personale sanitario e delle RSA 

 UFFICI COMUNALI   

L’accesso agli uffici comunali è consentito previo appuntamento telefonico (031.980043) o via mail servizidemografici@comune.ronago.co.it nei seguenti giorni ed orari: lunedì, martedì, giovedì, venerdì 8 – 10, mercoledì 16.00 – 18.00, sabato 9 -12

Le persone che hanno necessità di contattare il Servizio Sociale dell’Unione dei Comuni Lombarda Terre di Frontiera possono telefonare dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 al numero 031.809790.

SCUOLA E QUARANTENA

Le classi in cui vengono accertati alunni positivi, almeno 4 casi, continuano le attività in presenza, utilizzando le mascherine FFP2 per 10 giorni dall’ultimo contatto. In caso di comparsa di sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo all’ultimo contatto va effettuato un test antigenico rapido o molecolare o un test antigenico autosomministrato. In quest’ultimo caso l’esito negativo del test è attestato con autocertificazione.

Gli alunni in isolamento possono seguire l’attività scolastica in Did (didattica integrata digitale) e la riammissione in classe è subordinata alla dimostrazione di un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo.

QUARANTENA

Dal 1° aprile:

Rimane isolato a casa solo chi ha contratto il virus;

Chi ha avuto un contatto con un caso positivo dovrà applicare il regime dell'autosorveglianza per 10 giorni con mascherina ffp2 e il tampone sarà necessario solo in caso di sintomi.

Quarantena uguale per tutti, senza distinzione tra chi ha fatto il vaccino e chi no.

La cessazione della quarantena o dell'auto-sorveglianza potrà avvenire con esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, o un test antigenico autosomministrato. In quest’ultimo caso l’esito negativo del test è attestato con autocertificazione.   

Dal 1° aprile non verranno più previste quarantene da contatto, senza distinzioni tra vaccinati e non vaccinati.

Continuare ad osservare le norme sarà solo ed esclusivamente un vantaggio non solo per noi ma anche per i nostri familiari, i nostri nonni, i nostri bambini, i nostri amici e per tutte le persone che stanno “dando la loro vita” come medici ed infermieri perché si possa tornare presto ad una agognata normalità e per evitare di rendere vani i sacrifici di questi mesi.

 

Buona festa del 1° maggio a tutti!!!

 

 

Ronago,  maggio 2022                              Il Sindaco
                                                           Agostino Grisoni